Getty
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
30 min
Caso Floyd, l'ex agente Chauvin contesta la condanna
L'ex ufficiale, lo ricordiamo, è stato condannato a 22 anni e sei mesi di prigione
PENISOLA COREANA
1 ora
Finire la guerra tra le due Coree? «Idea ammirevole»
La proposta di dichiarare la fine formale della guerra di Corea è arrivata del Presidente sudcoreano Moon Jae-in
ITALIA
3 ore
Puigdemont in manette ad Alghero
Il giudice dovrà ora decidere «se rilasciarlo o ordinare l'estradizione» in Spagna
STATI UNITI
3 ore
Entra al supermercato e apre il fuoco: un morto e 12 feriti
Per gestire la situazione sono intervenuti gli agenti speciali SWAT, il killer sarebbe morto
MONDO
5 ore
Oggi ripartono gli scioperi per il clima
Fridays for Future torna in piazza con lo slogan #Sradica il sistema
FOTO
SPAGNA
13 ore
La promessa di Felipe agli abitanti di La Palma
Prosegue l'eruzione del vulcano Cumbre Vieja
GERMANIA
16 ore
Socialdemocratici sempre in vantaggio
Cdu/Csu staccati di poco, più indietro i Verdi
ITALIA
16 ore
Trattativa Stato-Mafia, ribaltata la sentenza di primo grado
Assolti gli alti ufficiali dei Carabinieri e anche Marcello Dell'Utri
REGNO UNITO
18 ore
L'immunità renderà il Covid simile a una comune sindrome influenzale?
«Il peggio dovrebbe essere passato», assicurano due esperti
SONDAGGIO
GERMANIA
18 ore
Niente stipendio ai No-vax in quarantena: «È corretto così»
La decisione tedesca è stata molto criticata ma il governo la difende: «Non deve pagare la società». Tu che ne pensi?
ITALIA
19 ore
Uccide la madre in casa e fugge
Il delitto è avvenuto alla periferia di Cremona, è in corso una caccia all'uomo
ITALIA
20 ore
Il Green pass passa, senza problemi, anche in Senato
Il decreto per l'introduzione dell'obbligo nelle scuole e sui mezzi di trasporto è stato approvato dal Senato
SOMALIA
21 ore
I somali tornano al cinema dopo 30 anni
Un avvenimento che vuole portare un po' di speranza agli abitanti della capitale colpita dalla guerra civile
FOTO
SPAGNA
22 ore
La lava avanza, lenta ma inesorabile
Al quarto giorno dall'eruzione il vulcano guadagna un po' di esplosività, e intanto il futuro preoccupa
GERMANIA
07.07.2021 - 23:020
Aggiornamento : 23:59

Tra incentivi e compensazioni, per spronare la campagna vaccinale

A lungo termine, compensare con denaro i vaccinati rischia di «deteriorare la volontà futura», secondo un'esperta

Anche in Germania si è scatenato il dibattito su premi e incentivi

BERLINO - In numerosi Paesi europei, e non solo, la campagna vaccinale sta rallentando, con numerose persone che sono tentennanti nei confronti dell'inoculazione contro il coronavirus.

Il dibattito è entrato nel vivo anche in Germania, dove il Ministro della salute Jens Spahn, ha dichiarato che per fare in modo che ci sia «un minor numero possibile di restrizioni», è necessario «un alto tasso di vaccinazione». Tuttavia, «il Governo non ha nuove idee per dare impulsi alle somministrazioni» secondo Gerald Ullrich, deputato del Partito Liberale Democratico (FDP) tedesco.

Oltre alla campagna pubblicitaria con celebrità e agli annunci sui giornali, il Ministero della Salute si affida ora anche a spot televisivi e radiofonici, per diffondere un «messaggio emotivo», riporta il quotidiano Welt.de, «combinato con l'appello che ogni vaccinazione conta». Ha anche sviluppato un libretto che contiene informazioni scientificamente fondate sulle vaccinazioni e che sarà distribuito gratuitamente nelle farmacie.

Incentivi di denaro, hanno senso?
Per dare una spinta alla propria campagna vaccinale, in Grecia, chi ha sotto i 26 anni e va a farsi inoculare il siero immunizzante riceve 150 euro in "credito digitale", utilizzabile per biglietti ferroviari e aerei, alloggi o concerti e musei. L'esperta di economia politica del Karlsruher Institut für Technologie (KIT), Nora Szech, ha studiato se tali incentivi finanziari hanno senso.

Secondo la sua ricerca, con 100 dollari americani, la disponibilità a farsi vaccinare aumenta di 4,5 punti percentuali; con 500 dollari, si potrebbe addirittura raggiungere una disponibilità a vaccinare di quasi il 90%. D'altronde serve il tempo per organizzare l'appuntamento e recarvisi, e ricevere del denaro indietro può essere visto come una compensazione.

Szech ha scoperto anche che un premio piccolo, di soli 20 dollari, sarebbe demotivante sulla volontà di vaccinazione delle persone. «Bisogna rendere la vaccinazione molto più accessibile e compensarla», secondo l'economista, «dando alle persone un contributo equivalente al valore che forniscono alla società attraverso la loro volontà di essere vaccinati».

Occhio al precedente...
La psicologa esperta in salute Sonia Lippke della Jacobs University di Brema ha invece studiato, come esempio, cosa motiva le persone a partecipare alla vaccinazione contro l'influenza stagionale. È fondamentale, secondo lei, che venga tutti comunicato in termini concreti e chiari. Se le informazioni attorno al vaccino rimangono nebulose, c'è bisogno di un incentivo alternativo. Il denaro, secondo lei, è però un'arma a doppio taglio.

A detta di Lippke, infatti, se alle persone vengono offerti 100 euro per farsi vaccinare, ma non sono convinte di fare qualcosa di buono per se stesse e per la società, in futuro non saranno altrettanto disponibili ad effettuare un altro vaccino, se non venissero nuovamente offerti altri soldi. A lungo termine, quindi, c'è persino il rischio di un deterioramento della volontà di vaccinare.

Secondo l'esperta, infine, è importante prendere sul serio i sentimenti e le preoccupazioni degli scettici, «si dovrebbe andare incontro a loro, incontrarli e parlarci, e non stigmatizzarli. Denunciarli e parlarne male è inutile». 

Incentivi o punizioni?
Un altro tema d'assoluta attualità è la possibilità di escludere i non vaccinati dalla possiblità di andare in vacanze o di partecipare agli eventi. Tuttavia, qui si passa da incentivi a punizioni, «e quando un incentivo viene percepito come una punizione, non funziona più e le persone diventano riluttanti», sostiene Lippke. «Escludere i non vaccinati dal poter accedere a determinate libertà porterebbe solo ad una divisione sociale».

Per alcuni politici, come Rudolf Henke (CDU), invece, «nella misura in cui è scientificamente giustificabile, dovremmo allentare le regole di lockdown per le persone completamente vaccinate ed evidenziare così i benefici della vaccinazione completa». Secondo lui, oltre ad essere un incentivo individuale, «risparmia anche risorse e denaro» allo Stato.

Mentre il dibattito è sempre più acceso, la palla passa al Ministero della Sanità, che avrà l'arduo compito di capire come procedere con i vaccini, che secondo Sabine Dittmar (SPD), rappresentano «la via per un ritorno alla normalità».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Don Quijote 2 mesi fa su tio
Per 3 milioni di franchi sono pronto a correre qualche rischio dovuto all'eccipiente del vaccino, la direzione ha le mie coordinate.
spike3.0 2 mesi fa su tio
Siamo proprio alla canna del gas...
[email protected] 2 mesi fa su tio
Io io lo facio per la 4 anche 5 volta 😁😅
Duca72 2 mesi fa su tio
Unico modo per questi irresponsabili è vietargli la vita sociale, bar ristoranti mezzi pubblici e posti di lavoro. Oppure renderla obbligatoria.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-24 11:40:22 | 91.208.130.85