Immobili
Veicoli

ITALIASi torna nei ristoranti e agli stadi: l'Italia guarda alla normalità

01.06.21 - 13:39
Da oggi si potrà nuovamente consumare all'interno dei locali e recarsi (in numero minore) agli eventi sportivi
keystone-sda.ch (MOURAD BALTI TOUATI)
Si torna nei ristoranti e agli stadi: l'Italia guarda alla normalità
Da oggi si potrà nuovamente consumare all'interno dei locali e recarsi (in numero minore) agli eventi sportivi

ROMA - Entrano in vigore oggi nuovi allentamenti in Italia, in particolare l'apertura di bar e ristoranti anche al chiuso e il ritorno negli stadi.

«Quest’Italia è viva, forte, e ha tanta voglia di ripartire» ha dichiarato il premier Mario Draghi, come riporta il Corriere della Sera. Italia che è in corsa verso la normalità, con i contagi da coronavirus che continuano a diminuire, le Regioni che si schiariscono, e gli allentamenti che diventano sempre più ampi. 

«I mesi della pandemia sono stati un disastro sanitario, economico, culturale, sociale ed educativo. Ma abbiamo davanti una fase nuova, di ripresa e fiducia» ha poi aggiunto il Presidente del Consiglio.

Cosa si può fare da oggi

L'inizio di giugno coincide in particolare con il ritorno della possibilità di mangiare all'interno nei bar e nei ristoranti. Per i ristoratori è importante tenere almeno un metro di distanza tra i tavoli, con un limite massimo di persone all'interno del locale. Per quanto concerne la presenza al tavolo, è in vigore il limite di 4 persone.

Da oggi è poi consentita, con mascherina e distanziamento, «la presenza di pubblico in eventi e competizioni sportive all’aperto». La capienza, che non può in nessun caso oltrepassare il tetto di mille persone, non può essere superiore al 25% di quella massima. Inoltre, è permessa (ma solo in zona bianca) l'organizzazione di feste e banchetti, a determinate condizioni e con l'uso del certificato verde.

Tra le misure che rimangono ancora attive, l'obbligo di distanziamento sociale, quello di indossare la mascherina, e il divieto di assembrarsi. Il coprifuoco, tranne che nelle Regioni bianche (dove non è in vigore), è ancora dalle 23. In zona bianca ci sono da oggi, lo ricordiamo, anche Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna. 

In arrivo il Green Pass europeo

In attesa del Digital Covid Certificate (DGC) dell'Unione europea, in Italia si riceve al momento un certificato verde - emesso a livello regionale - per partecipare a diversi tipi di eventi (principalmente feste e banchetti) e che può essere usato per recarsi all'estero (occhio però alle regole per i singoli paesi, potrebbe infatti essere necessario anche un tampone). Come nel caso di quella europea, la versione italiana del certificato la si riceve quando ci si vaccina, quando si guarisce dal Covid-19 o quando ci si sottopone ad un tampone che dà esito negativo.

Nel caso della vaccinazione, la sua validità parte dal «quindicesimo giorno» in seguito alla somministrazione della prima dose ed è valido per nove mesi.

Non appena pronto, il Green Pass verrà sostituito da quello dell'Ue, che sta procedendo a gonfie vele: il Gateway di riconoscimento delle firme per emetterlo - realizzato dalla Commissione europea - è da oggi attivo, con una decina di Paesi già connessi alla piattaforma. 

COMMENTI
 
Blobloblo 1 anno fa su tio
Purtroppo un mio conoscente è morto di cancro dopo 4 anni di lotta.... domanda dei medici alla moglie... possiamo registrarlo come morto di Covid? Questa purtroppo è la triste realtà!!! Meditate gente!!!
pag 1 anno fa su tio
Evidentemente il suo "conoscente" era risultato positivo al Covid che ha accellerato purtroppo l'evoluzione del cancro.. dopo un anno e mezzo sentire ancora te cavolate... basta su...
Luchì92 1 anno fa su tio
era ora
M70 1 anno fa su tio
che Dio ce la mandi buona!
Ro 1 anno fa su tio
Non sperare nulla di positivo per noi. Qualcuno ha deciso che i ticinesi devono restare a casa loro anche se vaccinati, figuriamoci coloro che non lo sono. Hanno bisogno dei soldini dei tamponi perché si sono accorti che molti miliardi che sono stati dati non rientreremo mai più. Basta vedere quanto stanno imbrogliando con il lavoro ridotto. Questo è il rispetto che hanno certi galantuomini verso lo stato e cioè noi.
F/A-19 1 anno fa su tio
Della serie : e la farsa continua, poi dei 900 morti in Ticino conteremo quelli che sono morti veramente di COVID, cioè quasi nessuno, da quelli morti perché già malati ed il COVID li ha indeboliti fino a farli morire. Poi conteremo i giovani morti per COVID, cioè nessuno e quindi sapere perché dobbiamo vaccinare i giovani. E poi capire tante altre cose dette ma campate per aria, per esempio la conta dei morti in India, si è andati da 300’000 a 4 milioni ma poi un’articolo ci ha informati che potrebbero anche essere 3 volte di più! E noi giù a credere a tutto. Disinformazione e confusione si, quella è stata totale, per questo ora la gente non crede più a niente.
Mattiatr 1 anno fa su tio
Il 2021 mi resterà impresso nella mente per un singolo motivo.¶ Settimana scorsa mi stavo annoiando e mi sono fatto un test rapido di quelli che ti danno gratis in farmacia (cinque ogni mese). Non so ancora adesso come sia stato possibile, però è risultato positivo. In ospedale ho rifatto il test e pure lì sono uscito positivo. Sono stato messo in quarantena, guardato male dai sciori dell'ospedale e considerato un impestato senza nemmeno avere un mal di testa. Ti dirò, il 2021 rimarrà l'anno nella quale mi hanno detto che sono malato senza che io avessi nulla. Non so te ma a me la storia pare fantascientifica. Forse sono un complottista, però non è la prima quarantena che mi fanno fare per niente. Comincio a pensare che forse dovrebbero chiudere quelli che finirebbero intubati in ospedale, e non quelli sani come un pesce.
pag 1 anno fa su tio
scusi.. ma lei ha capito come funziona?? no perche' il problema e' che lei era positivo e quindi contagioso , con o senza sintomi nn importa.. Dopo tuti questi mesi lo sanno anche i muri. E poi... uno si annoia e si fa un test fai da te??? :) :) Su dai. Ciaone.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO