AFP
MONDO
15.04.2021 - 17:370

Ciambelle, uova e frullatori: così si incentiva la vaccinazione nel mondo

Alcune città si sono dimostrate molto creative. Non sono mancate le collaborazione con gli sponsor.

Ad andare per la maggiore sono stati gli omaggi sotto forma di cibo. Ma anche i gadget hanno riscosso successo.

NEW YORK - Vaccinare il maggior numero di persone è un obiettivo globale. Evitare un decorso grave della malattia è già un incentivo di per sé, ma alcuni paesi hanno escogitato diversi escamotage per invogliare la popolazione a vaccinarsi, soprattutto in luoghi in cui la percentuale di adesione è bassa. 

Ci sono state città che hanno offerto sconti fiscali, come Delhi, o anche semplici gelati, come a Mosca. Ma la creatività l'ha decisamente fatta da padrona altrove. 

Ad esempio in Cina, stando al South China Mornig Post, le persone che si recano in alcune regioni di Pechino per la vaccinazione ricevono in omaggio anche due scatole di uova. In altri luoghi della Cina si viene invece omaggiati con ali di pollo, buoni per la spesa e persino premi in denaro. O ancora fazzoletti e farina, ha riferito il Whashington Post. 

Anche Israele, che ha uno dei tassi più alti di vaccinazione, ha voluto incentivare i propri cittadini con una Coca-Cola, Cholent (un piatto del tradizionale stufato ebraico), un pane challah al sabato. O ancora concorsi per i giovani che accompagnavano i genitori alla vaccinazione, riporta Al Monitor. 

Nella lista non potevano di certo mancare gli Stati Uniti, dove spesso gli incentivi sono arrivati direttamente dagli sponsor. Così i vaccinati hanno ricevuto ciambelle, birra, hot dog, prodotti alimentari, gettoni per le sale giochi, noleggi gratuiti di tavole da surf e persino marijuana, riporta Fortune. Negli USA anche i datori di lavoro si sono impegnati nella campagna vaccinale per poter tornare il più velocemente possibile ai ritmi lavorativi precedenti. Diverse aziende si sono impegnate a dare un contributo economico oppure ore libere. 

Sicuramente uno dei paesi tra i più creativi è l'India. Nella regione di Rajkot, nel Gujarat, dopo il vaccino alle donne viene consegnato un orecchino da naso dorato, mentre agli uomini un frullatore ad immersione, ha raccontato l'Hindustan Times. Altrove in India, racconta il Guardian, alle persone appena vaccinate vengono regalati snack, prodotti di cancelleria, dolci, piatti a base di pollo e sconti sulla riparazione dell'auto. 

Accanto a queste iniziative lanciate dai singoli comuni o regioni, si sono affiancati ovunque incentivi privati. Dai ristoranti che offrono uno sconto alle persone vaccinate, ai negozi e cinema. 

Dall'altra parte invece ci sono alcuni paesi, come l'Indonesia, che invece di puntare agli incentivi hanno optato ai disincentivi, come le multe.  

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-10 05:53:03 | 91.208.130.85