keystone-sda.ch / STF (Matthias Schrader)
Gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca dovrebbero avere la seconda con Pfizer o Moderna.
GERMANIA
02.04.2021 - 11:020
Aggiornamento : 14:03

Gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca dovrebbero cambiare, per la seconda

La Commissione vaccinale permanente tedesca raccomanda un siero a mRNA, quindi Pfizer o Moderna

BERLINO - Le persone under 60 che hanno ricevuto la prima dose del vaccino AstraZeneca dovrebbero ricevere la seconda con un siero differente, quello di Pfizer/BioNTech o Moderna.

È la raccomandazione presentata dalla Commissione vaccinale permanente tedesca (Stiko) alle autorità sanitarie. La Commissione consiglia la somministrazione di «una dose di un vaccino a mRNA messaggero, 12 settimane dopo la prima vaccinazione». 

Non ci sono ancora certezze scientifiche sulla vaccinazione con preparati diversi, ma «i dati sulla sperimentazione animale mostrano che la risposta immunitaria è uguale dopo la (seconda) vaccinazione eterologa», ha spiegato a Der Spiegel il presidente della Stiko, Thomas Mertens. «Adesso bisogna chiarire con dati scientifici quanto sia valida la protezione per l'uomo. Spero che avremo presto dati disponibili».

Lo stop di martedì

Martedì la Stiko ha raccomandato d'impiegare il vaccino Vaxzevria, prodotto da AstraZeneca, solo per le persone con più di 60 anni. Ciò alla luce di 31 casi sospetti (nove dei quali fatali) di trombosi cerebrale dei seni venosi. Secondo gli esperti solo i soggetti più giovani sarebbero esposti al rischio, di per sé già molto basso. Una doppia dose del vaccino della società anglo-svedese costituisce un fattore di rischio? Il giudizio di Mertens appare severo: «Secondo me, l'ovvia via d'uscita è non provarlo affatto». Meglio, quindi, «dare un vaccino a mRNA come alternativa per essere al sicuro».

Alla luce della raccomandazione della Stiko sono state sospese le somministrazioni a Monaco di Baviera e nei land di Berlino e Brandeburgo.

Spahn ne parlerà con i ministri dei Laender

Il ministro della Salute Jens Spahn ha twittato: «Discuterò della procedura esatta mercoledì con i ministri della Salute dei Laender». Quando raccomandato dalla Stiko «fa chiarezza per i 2,2 milioni di cittadini sotto i 60 anni che hanno ricevuto una prima dose di AstraZeneca».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-18 06:58:01 | 91.208.130.86