keystone-sda.ch (Yohei Nishimura)
+6
GIAPPONE
14.02.2021 - 10:050

Torna l'incubo del sisma, oltre 100 feriti

Il 2011 è tornato prepotente nella mente di molti giapponesi, quando la terra ha tremato ieri sera

Fortunatamente non si sono registrati decessi, e non è stata diramata alcuna allerta tsunami

TOKYO - È infine salito ad almeno 102 feriti il bilancio del forte terremoto, di magnitudo 7,3, che ha colpito ieri il Giappone.

Dal momento che la terra ha iniziato a tremare, nella mente di molti è apparsa immediatamente l'immagine del grande terremoto che ha colpito la parte orientale del Paese circa 10 anni fa: era l'11 marzo 2011 quando un terremoto di magnitudo 9, seguito da uno tsunami e dal disastro nucleare, causò devastazione e portò a circa 15mila decessi.

Fortunatamente, in questo caso non sono stati segnalati morti, e non è stato emesso nessun allarme tsunami. I danni materiali ci sono comunque stati, in almeno sette prefetture, e la scossa ha causato anche diverse frane e scoscendimenti. 

L'agenzia meteorologica giapponese ha oggi spiegato che il terremoto di ieri sera potrebbe ancora rappresentare una delle tante scosse di assestamento causate dal grande sisma del 2011. «Poiché (il terremoto del 2011) è stato così potente, con una magnitudo di 9.0, non è sorprendente avere una scossa di assestamento di questa portata anche 10 anni dopo», ha ribadito Kenji Satake, professore dell'Istituto di ricerca sui terremoti dell'Università di Tokyo, al Japan Times.

Per il momento, i cittadini sono invitati a rimanere in allerta per qualche giorno, in quanto è probabile che altri terremoti di scala simile colpiscano l'area.

keystone-sda.ch (Hironori Asakawa)
Guarda tutte le 10 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-17 06:22:52 | 91.208.130.89