Immobili
Veicoli

ITALIACalci alla scultura, Jago ai vandali: «Vorrei mostrargli cosa c'è dietro»

29.12.20 - 17:10
Lo scultore ha invitato i ragazzi che hanno preso a calci la sua scultura nel proprio studio artistico
Keystone
Calci alla scultura, Jago ai vandali: «Vorrei mostrargli cosa c'è dietro»
Lo scultore ha invitato i ragazzi che hanno preso a calci la sua scultura nel proprio studio artistico

NAPOLI - Hanno fatto parlare parecchio di sé alcuni video dell'opera dello scultore Jago in piazza del Plebiscito, a Napoli, che viene presa a calci e pugni ripetutamente da alcuni giovani.

Mentre non è stato registrato nessun danno all’opera, i carabinieri hanno comunque aperto un'indagine per identificare i vandali.  

L'artista stesso si è voluto oggi esprimere a riguardo, invitando i "colpevoli" nel proprio studio artistico: «Io sono certo che questi ragazzi siano altrettanto capaci di gesti meravigliosi, quindi se vorranno sarò felice di accoglierli nel mio studio per mostrargli cosa c’è dietro la realizzazione di una scultura» ha scritto Jago sul suo profilo Instagram.

Rispetto alle migliaia di commenti negativi che erano scaturiti sui social media, Jago ha quindi voluto lanciare un messaggio di comprensione, invece che di violenza.

La statua di marmo, dal titolo "Look Down", raffigura un neonato sofferente e legato da catene.

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 

Un post condiviso da JAGO (@jago.artist)

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO