Immobili
Veicoli

REGNO UNITOCovid, il nuovo farmaco che promette una svolta

20.07.20 - 22:15
Il trattamento sembra ridurre in modo drastico la possibilità di sviluppare forme più gravi della malattia
Depositphotos (archivio)
Covid, il nuovo farmaco che promette una svolta
Il trattamento sembra ridurre in modo drastico la possibilità di sviluppare forme più gravi della malattia
L'azienda farmaceutica britannica ha annunciato oggi i risultati positivi della sperimentazione. Il trattamento ha mostrato di poter prevenire il peggioramento delle condizioni di salute nei pazienti positivi al coronavirus nel 79% dei casi.

SOUTHAMPTON - La compagnia farmaceutica britannica Synairgen ha annunciato oggi di aver ottenuto risultati positivi nei test preliminari condotti sul farmaco, che sembra poter ridurre in modo drastico il numero delle ospedalizzazioni in terapia intensiva a causa del Covid-19.

Il prodotto, sviluppato da una ricerca condotta all'Università di Southampton, sfrutta una proteina chiama interferone beta e viene somministrato attraverso un nebulizzatore direttamente nel polmoni. Nei trial clinici condotti dall'azienda di Southampton su 101 persone (in 9 ospedali diversi), l'SNG001 ha contribuito a prevenire nel 79% dei casi un peggioramento delle condizioni dei pazienti.

«Le nostre ipotesi confermate» - Inoltre, il farmaco si è dimostrato efficace anche per quanto concerne la guarigione dei pazienti, riducendo pure l'affanno respiratorio, come spiegato dal CEO dell'azienda, Richard Marsden, citato in un comunicato. «Siamo estremamente soddisfatti dei risultati clinici annunciati oggi», ha detto, spiegando di essere già al lavoro con tutti gli organi preposti per accelerare i tempi e trasformare in realtà «il più in fretta possibile» questo «potenziale trattamento contro il Covid-19».

Più nello specifico, il professor Tom Wilkinson dell'Università di Southampton - coordinatore principale dello studio - ha rimarcato la bontà delle idee formulate dal team. «I risultati confermano le nostre ipotesi sul fatto che l'interferone beta ha un grande potenziale, come farmaco da inalare, nel ripristinare la risposta immunitaria a livello polmonare, intensificandone il livello di protezione e accelerando la guarigione e la capacità di contrastare gli effetti del virus SARS-CoV-2».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO