Immobili
Veicoli

CUCINARE CON FOOBYFood Syling

18.03.22 - 06:00
Se ami le ricette estetiche e la pasticceria in particolare, perché non fotografarle...
Fooby
Food Syling
Se ami le ricette estetiche e la pasticceria in particolare, perché non fotografarle...

... per far venire l’acquolina in bocca ai tuoi cari con piatti tanto belli quanto buoni?

Fai dei bei pasticcini, ma al momento di fotografarli non rendono? Non preoccuparti, dopo tutto quella del fotografo culinario è una professione. Che richiede anche un talento per lo stilismo. Considera innanzitutto che certi piatti sono più fotogenici di altri. Riuscirai meglio a rendere appetitose tartine e insalate variopinte che a immortalare ragù o altri piatti a base di salse.

Prima regola: fare foto con una bella luce naturale, su una zona pulita del tavolo, senza nulla che sporga. Presta attenzione allo sfondo e alla decorazione! Suggerimento: puoi
posare il tuo piatto su un grande tagliere, un foglio colorato o un tessuto. Una volta che avrai disposto il tuo soggetto delizioso e i suoi accessori con gusto, moltiplica le foto e le angolazioni. Prova una vista dall’alto (flatlay), che valorizza le forme geometriche. Anche imitare lo sguardo di qualcuno seduto di fronte al piatto può dare un bell’effetto. Una prospettiva laterale mette l’accento sui volumi. Fai diverse prove, curando sempre la composizione. Al momento del ritocco delle foto, avrai l’imbarazzo della scelta.

Lo scenario:
Metti in scena gli accessori! Trova dei bei piatti al mercatino dell’usato o in un negozio specializzato e scegli dei bei tovaglioli. Sono elementi che aggiungono valore e dimensione.

La luce giusta:
Per valorizzare i tuoi piatti, la miglior cosa è puntare sulla luce naturale, un po’ soffusa. Evita le luci al neon e il sole diretto. Se la tua cucina è buia, metti il piatto da fotografare in un altro locale, vicino a una finestra. È permesso imbrogliare!

La decorazione:
Per ottenere un’immagine dinamica, gioca con i colori e le consistenze. Abbellisci il tuo piatto, ad esempio cospargendo sugli ingredienti e attorno al piatto un po’ di scorza di limone o bastoncini di cannella.

 

Fooby

TARTELETTE AL POMPELMO

Preparazione: 45 min. | Tempo totale: 1 ora e 45 min.

PER 12 PEZZI CI VOGLIONO

    • 2 pompelmi rosa, sciacquati con acqua calda e asciugati, un po’ di scorza grattugiata e tutto il succo (ca. 2 dl)
    • 120 g zucchero
    • 2 c. Maizena
    • 1 presa sale
    • 2 tuorli freschi
    • 60 g burro, a pezzi
    • 2 albumi
    • 2 prese sale
    • 100 g zucchero finissimo

    • 1 dl panna intera  
    • ¼ di c.no cannella
    • 150 g quark alla panna
    • 12 fondi di pasta frolla, (ca. 175  g)
    • 1 c. pistacchi tritati non salati

 

ECCO COME FARE

    1. Curd al pompelmo: in una pentola ­sbattere con la frusta la scorza e il succo di pompelmo, lo zucchero, la maizena, il sale e i tuorli. Portare a ebollizione a fuoco medio mescolando continuamente. Quando la ­crema inizia ad addensarsi, togliere immediatamente la pentola dal fuoco, unire il burro e continuare a mescolare per altri 2 min. circa. Filtrare la crema con un colino raccogliendola in un recipiente, lasciarla raffreddare, coprire e trasferire in frigo per ca. 30 minuti.
    2. Mini meringhe: montare a neve gli ­albumi con il sale. Unire metà dello zucchero e continuare a sbattere fino a ottenere un composto solido e lucido. Aggiungere lo zucchero rimasto e sbattere ancora per qualche istante. Riempire con il composto di albumi un sac à poche con beccuccio ­zigrinato (ca. 9  mm di Ø) e spremere dei ­ciuffetti su una placca rivestita con carta da forno.
    3. Cottura / far asciugare: infornare le mini meringhe nella parte inferiore del ­forno preriscaldato a 120  °C, abbassare la temperatura a 100  °C e cuocerle per ca. 30 minuti. Farle raffreddare nel forno ­spento, tenendo lo sportello aperto.
    4. Tartelette: montare la panna con la ­cannella e riempire un sac à poche con ­beccuccio zigrinato (ca. 9  mm di Ø). ­Spalmare il quark sul fondo delle tortine, versare sopra la curd e livellare. Distribuire le meringhe sulla crema e guarnire con dei ciuffetti di panna. Cospargere con i ­pistacchi.

Conservabilità: il resto delle mini meringhe si conserva per ca. 2 settimane in un contenitore ermetico.

 

Questo contributo è un paid post del nostro cliente. I paid post sono quindi pubblicità e non contenuto redazionale.

Con FOOBY, la piattaforma culinaria di Coop, vogliamo condividere con te il fantastico mondo della cucina, del mangiare e dei piaceri della tavola. Non importa se cucini per passione o se pensi di essere una schiappa tra i fornelli: qui trovi un’infinità di ricette (ben organizzate in categorie), know how sul cibo, istruzioni di cottura, video esplicativi e ispirazioni à gogo. In più, molte storie appassionanti che raccontano di persone che amano il cibo così come lo amiamo noi.
Prenditi il tempo per guardarti attorno e scopri l’appetitoso mondo di FOOBY.