VALLEMAGGIA MAGIC BLUES
Una settimana all'insegna di italiani, svizzeri e ticinesi a Vallemaggia Magic Blues.
+1
ULTIME NOTIZIE Agenda
LUGANO
2 ore
Storia di una "Questione in sospeso"
Il nuovo spettacolo del duo Fuorés-Rougier andrà in scena venerdì e sabato al Teatro Foce
ASCONA
1 gior
Le perle musicali di Piemontesi & Friends
Un week-end di musica da camera dal 24 al 26 settembre, nell'ambito delle Settimane musicali di Ascona
CANTONE
1 gior
“Se la va la gh'a i röd”, Flavio Sala e compagnia pronti per un secondo giro
Dopo il brusco stop pandemico del 2020, da ottobre la commedia dialettale ritornerà nelle sale di tutto il Ticino
LUGANO
2 gior
È ora di "Re-Cordari"
Lo spettacolo di Cristina Castrillo festeggia i 40 anni di attività del Teatro delle Radici
ASCONA
4 gior
De Piscopo, Moroni e Zunino nel nome di Pino (Daniele)
"Around Pino" inaugura domani sera la stagione del Jazz Cat Club
LUGANO
5 gior
Quadri, concerti e una cena elegante? A Lugano è tempo di "Exotic Events"
L'evento avrà luogo il 2 ottobre al Grand Hotel Villa Castagnola, con un'esibizione dell'ensemble United Soloists
MENDRISIO
5 gior
La furia del metal al Cinema Plaza
Headliner del festival la band italo-svizzera Virtual Symmetry
LOCARNO
6 gior
La versione acustica di Antonello Venditti
Il cantautore sarà il 23 ottobre al Palexpo Fevi
LOCARNO
6 gior
"Le vie del cinema" portano da Locarno a Milano
Per tre giorni il pubblico potrà scoprire una ricca selezione dei film presentati al Festival quest'anno
MONTECENERI
6 gior
Annullato il Monte Tamaro Music Day
«Non è escluso che si possa riproporre l’appuntamento la prossima stagione», spiegano gli organizzatori
LOCARNO
6 gior
Loredana Bertè in concerto per l'infanzia
È la tappa finale del "Figlia di... Summer Tour 2021"
MENDRISIO
6 gior
Il battesimo di Adastra Festival
Si terrà ogni anno l'evento che propone musica techno, reggae e molto altro
CANTONE
1 sett
CalendarPeople si presenta questo sabato al Lido di Maroggia
La piattaforma ticinese per le attività e il benessere propone una giornata al lago ricca di cose da fare.
LUGANO
1 sett
I vincitori dei Premi svizzeri di musica e dove ascoltarli
Venerdì sera la cerimonia di consegna, sabato e domenica i concerti a Lugano
LOCARNO
1 sett
Plamena Mangova a Locarno con l’Orchestra sinfonica di Basilea
In programma musiche di Mozart, Eötvös e Brahms
FOTO E VIDEO
ASCONA
1 sett
Per il rave al Lido di Ascona ci sono ancora biglietti online, e ci saranno anche alla cassa
Una bella notizia per chi non vuole perdersi l'evento di fine estate firmato Naturklang, il prossimo 29 settembre
LOCARNO
1 sett
Un tuffo nell'universo dei Pink Floyd
L'appuntamento è per venerdì 8 ottobre al Teatro Kursaal
CEVIO
19.07.2021 - 11:300
Aggiornamento : 12:55

Tocca al blues italiano, ticinese e svizzero

Mercoledì 21 e giovedì 22 luglio due grandi serate per il Vallemaggia Magic Blues

CEVIO - Mercoledì 21 luglio scatta la seconda settimana di Vallemaggia Magic Blues. La prima serata a Cevio sarà all'insegna del blues di matrice ticinese e italiana.

“Blues speaks Italian” inizia con Freddie & the Cannonballs, recenti vincitori della Swiss Blues Challenge. Il leader Freddie “Cannonball” Albertoni è un bassista attivo da più di 15 anni sulla scena blues/rock ticinese. Dopo varie esperienze (The Flag, Bat Battiston, Drivin’ Mad, tutti già al Magic Blues) ha deciso, nell’autunno del 2018, di assumere il ruolo di frontman, di cantare e di fondare la sua band. I talentuosi musicisti che compongono questo sestetto sono il compagno di avventure musicali Mad Mantello alla chitarra, il batterista Roberto Panzeri, i sassofonisti Nigel Casey e Olmo Antezana e l’ultimo arrivato Andy Appignani all’organo Hammond. La sezione fiati permette all’ensemble di proporre quelle sonorità ispirate al blues degli anni ’50, senza però tralasciare un certo tocco di modernità. Il repertorio di Freddie & The Cannonballs è costituito da diversi brani di propria composizione e da un sostanzioso omaggio a Jimmie Vaughan. 

Sarà poi la volta della Gnola Blues Band. Leader e fondatore della band è il chitarrista-cantante Maurizio Glielmo, alias “Gnola”, artista dai lunghi e prestigiosi trascorsi nella scena blues italiana. Per anni a fianco di Fabio Treves (che si esibirà dopo di lui), ha calcato i palchi dei più rinomati festival blues italiani e inciso diversi album e sempre con la Treves Blues Band ha aperto i concerti della tournée italiana di una leggenda texana: Steve Ray Vaughan. Lasciato Treves, Maurizio Glielmo ha poi dato vita alla Gnola Blues Band, nata ufficialmente nel 1989 con l’obiettivo iniziale di percorrere gli itinerari più classici del blues. Partire dalle interpretazioni degli standard per arrivare a fondere gli elementi della tradizione in composizioni originali, filtrate da un moderno gusto musicale. In pochi anni è diventato uno dei pilastri del Blues italiano. I punti di riferimento sono Elmore James, Muddy Waters, ma anche gruppi blues-rock come i Cream.

Ciliegina sulla torta la chiusura con la sempreverde e fantastica Treves Blues Band, “il” gruppo italiano di blues. L’avventura di Fabio Treves ebbe inizio nel lontano 1974, quando un giovane armonicista di Lambrate (Milano) decise di affrontare quella che sulla carta poteva essere definita una “mission impossible”, portare cioè alla ribalta e far così conoscere al grande pubblico, nell’epoca dei cantautori e del prog rock, la storia e i grandi maestri del blues. Fu un successo incredibile, dettato anche dal fatto che Treves ha percorso per decenni in lungo e in largo tutta la penisola. Gli intelligenti contributi del nostro sulla stampa specializzata lo hanno reso l’eminenza grigia del blues. Ha avuto anche occasione di suonare sul palco con grandi musicisti, tra cui il mitico Frank Zappa a Milano e Genova (tour del 1988). Oggi, dall’alto della sua infinita esperienza, è un punto di riferimento e un dispensatore di utili consigli per tutti i giovani musicisti che vogliono cimentarsi con il Blues.

“Swiss Blues Rock Oldies Night”, la quarta serata della kermesse valmaggese è all’insegna dei “Good old days”. I Woamp suonano assieme dal 2004, ma diversi componenti hanno alle spalle oltre cinquant’anni di carriera. Assembrano le loro molteplici esperienze e propongono, riarrangiati in chiave moderna, brani che hanno fatto la storia negli anni ’60 del Beat e fino a metà degli anni ’70 del Rock. Sarà l’occasione per rivivere le emozioni di allora, lontani comunque da qualsiasi forma di nostalgia. Woamp è l’acronimo delle iniziali dei nomi dei cinque componenti la band. William Mazzoni è la storica voce dei mitici Nightbirds (gruppo seminale, in Ticino e non solo, del Beat), dei Friends e di molte altre formazioni, cavalcando svariati generi musicali; una carriera lunghissima, ma la voglia di continuare a divertirsi e a divertire. Il bassista Augusto Margheri è conosciuto quale membro dei Dinamici ed ha suonato in tutta Europa, il batterista Max Bianchi, allievo di Walter Calloni, è stato a lungo a fianco di Alberto Camerini e il chitarrista Pietro Fabbri vanta una collaborazione di quattro anni con Dave Baker e una lunga militanza in una miriade di gruppi Rock e Blues dell’Italia del nord. Al posto del tastierista Oscar Bozzetto ci sarà un secondo chitarrista, Fabrizio Ghiringhelli, altro nome importante della scena ticinese (tra gli altri Nightbirds e Scarp da Tennis Band). Assieme sapranno riaccendere il fuoco sacro della musica degli irripetibili tempi che furono.

La Lazy Poker Blues Band ha scritto pagine importanti della storia del blues svizzero. Nel 1975 Cla Nett e quattro altri ragazzi si riunirono per suonare la loro musica, il blues. Dal 1978 a oggi hanno realizzato una nutrita serie di album, cambiando spesso la formazione. Nel corso degli anni hanno suonato quali opener per Joe Cocker (1984) e B.B. King (1986 e 1995). A metà degli anni novanta la Lazy Poker Blues Band  coronò un sogno recandosi a Chicago, dove ebbe l’onore di registrare con grossi calibri quali A.C. Reed, Kenny Neal e Billy Branch e di dividere il palco con Jimmy Johnson, Little Smokey Smothers, Jon McDonald e Steve Freund. A partire dal nuovo millennio la Lazy Poker Blues Band si esibisce accompagnata sempre da vari ospiti e sarà il caso anche a Maggia. Anche dopo più di 40 anni di duro lavoro la band attorno al leader carismatico Cla Nett non è per nulla stanca. Nei loro concerti, oltre alla classe dei musicisti, non mancano grande feeling e una bella dose di humour, che permetterà di chiudere alla grande le esibizioni di Cevio del Vallemaggia Magic Blues.

Su Biglietteria.ch sono in vendita i biglietti di “Blues speaks Italian” e della “Swiss Blues Rock Oldies Night”.

VALLEMAGGIA MAGIC BLUES
Guarda tutte le 5 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-23 19:50:28 | 91.208.130.89