Immobili
Veicoli

CONSIGLI PER L'AMBIENTEUndici prodotti casalinghi dannosi facilmente sostituibili

20.05.22 - 11:00
Dalla carta da cucina ai disgorganti fino ai cosmetici con microplastiche.
Getty Images/Westend61
Undici prodotti casalinghi dannosi facilmente sostituibili
Dalla carta da cucina ai disgorganti fino ai cosmetici con microplastiche.
Molti prodotti che utilizziamo in casa danneggiano l’ambiente. Spesso però esistono alternative sostenibili. Undici proposte.

Pensa un po’: c’è stato un tempo in cui la plastica era considerata un prodotto miracoloso, la pellicola d’alluminio era all’ultimo grido, il coltello elettrico per il pane era un ambito regalo di Natale e gli appartamenti erano tirati a lucido con prodotti chimici aggressivi.

Tempi passati? Non proprio. Molti prodotti dannosi sono ancora in uso al giorno d‘oggi. L’ambiente ne paga il prezzo: le microplastiche riempiono le pance di uccelli e pesci, le sostanze chimiche inquinano le acque, il consumo di elettricità aumenta costantemente.

Esistono però alternative pratiche e soprattutto sostenibili: basta dare uno sguardo a quello che utilizzavano i nostri nonni. Undici prodotti inutili che possono essere facilmente sostituiti con qualcosa di meglio.

#1 – Sacchetti di plastici
Nei supermercati sono onnipresenti. Ci sono però alternative molto migliori per portare a casa la spesa: sacchetti di stoffa e di carta riutilizzabili, sacchetti per le verdure in tessuto, zaini o ad esempio i carrelli porta spesa.

#2 – Carta da cucina
I rotoli di carta da cucina saranno anche pratici ma sono superflui… e spesso anche imballati nella plastica. Sostituiteli con asciugamani da cucina lavabili. Lavare consuma energia ma riempiendo per bene la lavatrice contribuirete comunque a proteggere l’ambiente.

 #3 – Carta da gabinetto con fibre riciclate
Il peggio ormai è alle spalle: i rotoli di carta da gabinetto riciclata non hanno più quell’effetto da carta vetrata che avevano un tempo. Al giorno d’oggi, anche la carta da gabinetto con fibre riciclate non lede il posteriore.

#4 – Pellicola trasparente e d’alluminio
Il cibo può essere mantenuto fresco in tantissimi altri modi: con la carta oleata o da formaggio, nel tessuto cerato, in vasetti di vetro, metallo o legno, con i tupperware, nelle scatole del pane, nei vasetti di marmellata, eccetera.

#5 – L’alluminio in casa
L’alluminio è entrato nelle nostre case sotto forma di pentole, griglie monouso e vaschette. Per tutti questi oggetti esistono alternative sostenibili: griglie d’acciaio utilizzabili più volte, pentole d’acciaio e teglie di vetro. Anche per le capsule del caffè è possibile acquistare capsule in acciaio riutilizzabili da riempire con la propria miscela preferita. Per un sapore ancora migliore, provate a preparare il caffè con la classica moka.

#6 – Carta da forno
La carta da forno è trattata con uno strato impermeabilizzante che la rende inadatta al riciclaggio nella carta. L’alternativa? Imburrare la teglia. Se infornate un impasto morbido, aggiungete una spolverata di farina sul burro.

#7 – Gadget elettrici
Non importa che sia un coltello elettrico per il pane, un mixer, un’affettatrice o uno spazzolino elettrico: possono tutti essere sostituiti con un po’ di buon vecchio olio di gomito. E anche la bolletta sarà meno salata.

#8 – Prodotti chimici per le pulizie
Tensioattivi non biodegradabili, sbiancanti ottici, microplastiche e simili inquinano l’ambiente. Sostituiteli con soda, bicarbonato di sodio, acido citrico, sapone di Marsiglia e aceto. Il bicarbonato di sodio ad esempio è perfetto per pulire il calcare, l’acido citrico elimina gli odori e combatte la ruggine. L’aceto permette di pulire perfettamente le finestre.

 #9 – Disgorganti
I disgorganti sono altamente tossici. Per liberare i tubi potete usare un misto di bicarbonato di sodio o soda con aceto e acqua calda. Altrettanto utili sono il fidato sturalavandini e lo sturatubi a spirale.

#10 – Stoviglie di plastica
Le stoviglie di plastica sono apprezzate soprattutto per le feste in giardino. Le stoviglie lavabili richiedono più lavoro ma l’ambiente ringrazia. Al giorno d’oggi esistono anche le cannucce senza plastica.

#11 – Cosmetici con micro-plastiche
In molti prodotti di bellezza si nascondono micro-plastiche riconoscibili dai nomi come polietilene (PE) o polyquaternium (PQ). Sostituiteli con cosmetici naturali. Anche per il peeling esistono numerose alternative: fondi di caffè, zucchero e sale marino.

Avete anche voi qualche buon consiglio per la casa? Condividetelo con i lettori di 20 minuti nella sezione commenti.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE #NOISIAMOILFUTURO