Tipress
CANTONE
23.11.2017 - 19:460

Chiesa sul miliardo di coesione: «Un regalo senza contropartita»

Il consigliere nazionale UDC: «Cassis aveva promesso di schiacciare il tasto Reset nei rapporti con l’Unione europea. L’UDC ha chiesto oggi al buon Consigliere federale di mostrare la sua buona fede»

LUGANO - Tra le critiche giunte dalla destra dopo l'annuncio odierno del Consiglio federale di voler versare 1,3 miliardi per la coesione europea non mancano quelle di Marco Chiesa.

«Oggi il Consiglio federale ha deciso di versare 1302 milioni di franchi dei contribuenti svizzeri per il fondo di coesione dell’UE - sottolinea il Consigliere nazionale UDC -. Senza nessuna contropartita!».

Quindi si riferisce direttamente al rappresentante ticinese in Consiglio federale: «Cassis aveva promesso di schiacciare il tasto Reset nei rapporti con l’Unione europea. L’UDC ha chiesto oggi al buon Consigliere federale di mostrare la sua buonafede separandosi da diplomatici del DFAE che non difendono il alcun modo i nostri interessi. In primo luogo, e qui aggiungo io, la Segretaria di Stato del Dipartimento federale degli affari esteri Pascale Baeriswyl».

Il pensiero di Chiesa è in linea con quello del suo partito che considea questo "versamento per la coesione" «uno scandalo, un regalo di Natale al presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker», come si legge in una nota diffusa dal partito nel pomeriggio, che parla di atteggiamento di sottomissione davanti a Bruxelles.

«La maggioranza del governo continua a porre gli interessi dell'UE al di sopra di quelli del suo proprio Paese», sostiene l'UDC. 

La formazione guidata da Albert Rösti annuncia sin d'ora la propria opposizione al progetto quando sarà in consultazione.

1 mese fa La Svizzera verserà 1,3 miliardi all'Unione europea
1 mese fa Il miliardo di coesione non convince la destra
Commenti
 
shooter01 1 mese fa su tio
cosa ti aspettavi da un governo completamente asservito alla ue e a quelle quattro multinazionali che sono anni che ci asfissano con le loro esportazioni. Esportazioni, che non cesserebbero di certo in caso di denuncia dei bilterali, sarebbe solamente più laborioso e meno redditizio per i bottegai
Tarok 1 mese fa su tio
ah ah chiesa sveglia; perché ti aspettavi che cassis-banderuola avrebbe mantenuto la sua promessa?
franco1951 1 mese fa su tio
Se il libero accesso a un mercato di oltre mezzo miliardo di persone non è una contropartita, mi spighi Chiesa quale dovrebbe essere la contropartita. Oltre il 50% delle esportanzioni svizzera sono destinate all'Europa! Questi sono fatti, il resto demagogia pura.
Thor61 1 mese fa su tio
@franco1951 Ed utilizzare lo stesso 1,3 Miliardi per mettere una pezza ai problemi degli Svizzeri e Residenti NOOOO?! Poi con l'avanzo se ve ne fosse, piuttosto che regalarli ai ladri dell'UE abbassassero le tasse o il canone TV.
fakocer 1 mese fa su tio
@franco1951 Quante parolone difficili, cosa significa demagogia? Io so che da ieri e per i due giorni prossimi mangerò pane e mortadella e se farò bene i calcoli ci sarà una lattina di birra Denner. Spiegami cos'è il libero accesso al mercato. Cosa è un miliardo.
pontsort 1 mese fa su tio
@franco1951 Il libero accesso lo abbiamo "sorbendoci" il flusso dei senza lavoro europei. Il miliardo é regalato sperando di imbonire l'europa. Come si fa con il pizzo con il padrino.
Potrebbe interessarti anche
Tags
coesione
udc
chiesa
consigliere
contropartita
regalo
consiglio
consiglio federale
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 12:24:28 | 91.208.130.86