Keystone
SVIZZERA
04.12.2017 - 13:360

«Maggiori fondi per proteggere le paludi»

Diverse associazioni ambientaliste chiedono un «intevento immediato» visto che lo stato dei biotopi - benché protetti dalla Costituzione - si sta velocemente degradando

BERNA - Le associazioni ambientaliste Pro Natura, BirdLife Svizzera e WWF chiedono maggiori fondi per mantenere e preservare concretamente le paludi. Questi biotipi sono protetti dalla Costituzione, ma il loro stato si sta degradando e le ONG auspicano un intervento immediato da parte della Confederazione e dei Cantoni.

"Trent'anni dopo l'adozione dell'iniziativa sulla protezione delle paludi d'importanza nazionale ('Iniziativa di Rothenthurm', approvata il 6 dicembre del 1987), una buona parte delle torbiere svizzere si trovano in uno stato peggiore rispetto a prima", indicano oggi in un comunicato congiunto WWF, Pro Natura e BirdLife.

La protezione di questi biotipi, nonostante l'articolo costituzionale, non è ancora sufficiente: la preservazione di queste zone e la loro manutenzione richiedono maggiori risorse. "Una parte delle paludi sono state ben valorizzate, ma l'80% delle torbiere alte necessitano di un intervento immediato", si legge nella nota.

Le paludi sono minacciate in particolare dai drenaggi artificiali, che privano di acqua queste zone e provocano la scomparsa di numerose piante rare a causa dell'immissione di azoto. Le ONG ricordano che le torbiere sono un habitat per un gran numero di animali tra cui uccelli, libellule e piante carnivore.
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
paludi
stato
maggiori fondi
pro
fondi
torbiere
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 22:38:05 | 91.208.130.86