Keystone
L'OSPITE
06.12.2017 - 11:150

350'000'000 per Messi, Ver-go-gna! «Sì, fosse solo un calciatore, ma lui crea posti di lavoro»

Arno Rossini ha "giustificato" l'enorme compenso promesso dal Barcellona al campione argentino: «Lui è un'azienda. E poi da quell'accordo guadagneranno tutti»

BARCELLONA (Spagna) - Trecentocinquanta milioni di euro. Tanto. Tantissimo. Ci si mette molto anche solo a leggerla una cifra così. Figuararsi se non impressiona immaginarla.

Questo è quanto guadagnerà (al lordo, per carità) Lionel Messi da qui all'estate 2022. I numeri, ufficiosi solo perché non confermati - ovviamente - dai diretti interessati, sono stati resi noti da "El Mundo Deportivo" che ha fatto le pulci... alla Pulce e al suo faraonico accordo. Il fenomeno argentino ha strappato un compenso annuo di 50'000'000 di euro lordi per cinque anni (anche se l'ultimo solo opzionale) e un bonus di 100'000'000 alla firma. Questi saranno però spalmati su quattro anni.

In sostanza Messi incasserà 75'000'000 di euro l'anno fino al 2021, più 50'000'000 negli ultimi dodici mesi di avventura catalana. Giusto così? In fondo stiamo parlando di uno dei calciatori più forti di sempre...

«Il primo "sentimento" provato, davanti a queste cifre, è di certo il disgusto, la vergogna - ha sottolineato Arno Rossini - è davvero, davvero troppo».

I commenti classici, davanti a operazioni del genere, sono: "Inconcepibile, per tirare calci a un pallone" o "Ci sono operai che guadagnano 3'000 franchi al mese"...
«Giustissimo. Però io parlavo del primo impatto una volta letta la notizia. Non ci si può fermare a quello. Si deve un po' ragionare. E facendolo si capisce che tanti soldi possono essere giustificati. Anzi, lo sono».

Spiegaci.
«Quella montagna di quattrini, versata a Messi per convincerlo a chiudere a Barcellona piuttosto che accettare di trasferirsi al Manchester City di Guardiola, non è un compenso per passaggi e gol. Con quei soldi i blaugrana finanzieranno l'azienda Messi. L'impresa».

Non abbiamo specificato un altro particolare: dal suo club, l'argentino ha ottenuto lo sfruttamento completo dei diritti d'immagine. Altri milioni...
«La Pulce è un calciatore. Ok. Qui però stiamo parlando di investimenti sul personaggio. Non sull'atleta. Oltre a essere fortissimo in campo, Messi è un bravo ragazzo, ha una faccia pulita. Il Barcellona pagherà un simbolo, un uomo immagine. Pagherà quello che farà vendere tonnellate di magliette e che permetterà di incassare tantissimo disputando amichevoli in giro per il mondo; quello grazie al quale lo stadio è sempre pieno e per i diritti tv si può spuntare il prezzo migliore».

Messi ci guadagna. La società ci guadagna. Chi ci perde?
«In questo caso... nessuno. E a guadagnare non saranno poi solo giocatore e club. A guadagnare saranno molti altri. Sto parlando di migliaia di persone. Tutte quelle che vivono per l'argentino».

Ovvero?
«La Pulce va trattata come un'azienda. E come un'azienda che si rispetti genera un indotto. Nel suo caso enorme. Le maglie vendute? Vanno prodotte e distribuite. Gli eventi ai quali partecipa? Devono essere organizzati e pubblicizzati. I prodotti che rappresenta? La loro vendita genera utili. Potremmo andare avanti a lungo...».

Allora, al tirar delle somme, è giusto che il 30enne guadagni tanto?
«Inutile fare le verginelle. Inutile scandalizzarsi o fermarsi all'"apparenza". Pensandoci un po' si capisce infatti che certe cifre sono sensate. Non stiamo in fondo parlando solo di un calciatore. Fosse così, il massimo stipendio "concepibile" sarebbe 1'000'000 di euro l'anno. Oltre sarebbe troppo. Anche per chi si chiama Messi».

Potrebbe interessarti anche ... (beta)
Tags
messi
euro
calciatore
azienda
barcellona
pulce
compenso
Risultati
11.12.2017
Challenge League
2. tempo
Sciaffusa
Wil
2-1
(2-1)
17.12.2017
Super League
2. tempo
Grasshopper
Basilea
0-2
(0-1)
2. tempo
Losanna
Zurigo
5-1
(4-0)
2. tempo
Lucerna
Young Boys
2-4
(0-2)
06.01.2018
Serie A
2. tempo
Torino
Bologna
3-0
(1-0)
2. tempo
Milan
Crotone
1-0
(0-0)
2. tempo
Napoli
Verona
2-0
(0-0)
2. tempo
SPAL
Lazio
2-5
(2-4)
2. tempo
Benevento
Sampdoria
3-2
(0-1)
2. tempo
Genoa
Sassuolo
1-0
(0-0)
2. tempo
Roma
Atalanta
1-2
(0-2)
2. tempo
Cagliari
Juventus
0-1
(0-0)
21.01.2018
15:00
Bologna
Benevento
15:00
Lazio
Chievo
15:00
Verona
Crotone
15:00
Sampdoria
Fiorentina
15:00
Juventus
Genoa
15:00
Cagliari
Milan
15:00
Atalanta
Napoli
15:00
Inter
Roma
15:00
Udinese
SPAL
15:00
Sassuolo
Torino
02.02.2018
Challenge League
20:00
Aarau
Sciaffusa
20:00
Servette
Chiasso
20:00
Vaduz
Xamax
20:00
Wil
Wohlen
20:00
Winterthur
Rapperswil
03.02.2018
Super League
20:00
Basilea
Lugano
20:00
Lucerna
Losanna
20:00
Sion
Grasshopper
20:00
Young Boys
S.Gallo
20:00
Zurigo
Thun
Ultimo aggiornamento:06.01.2018 22:59
Classifiche
Super L.
1
Young Boys
19
40
2
Basilea
19
38
3
Zurigo
19
28
4
S.Gallo
19
27
5
Losanna
19
25
6
Grasshopper
19
24
7
Lugano
19
22
8
Thun
19
21
9
Lucerna
19
20
10
Sion
19
17
Ultimo aggiornamento:18.12.2017 23:47
Challenge L.
1
Xamax
18
46
2
Sciaffusa
18
36
3
Servette
17
35
4
Vaduz
18
26
5
Rapperswil
17
23
6
Chiasso
18
20
7
Aarau
17
18
8
Wohlen
17
13
9
Winterthur
18
12
10
Wil
18
11
Ultimo aggiornamento:12.12.2017 23:50
Serie A
1
Napoli
20
51
2
Juventus
20
50
3
Inter
20
42
4
Lazio
19
40
5
Roma
19
39
6
Sampdoria
19
30
7
Atalanta
20
30
8
Udinese
19
28
9
Fiorentina
20
28
10
Torino
20
28
11
Milan
20
28
12
Bologna
20
24
13
Chievo
20
22
14
Genoa
20
21
15
Sassuolo
20
21
16
Cagliari
20
20
17
SPAL
20
15
18
Crotone
20
15
19
Verona
20
13
20
Benevento
20
7
Ultimo aggiornamento:07.01.2018 23:48
ULTIME NOTIZIE Sport
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-17 21:23:50 | 91.208.130.86