SEGNALACI mobile report
focus
LUGANO
23.10.2017 - 08:140

C’erano una volta i fungiatt… e ora c’è il foraging!

A Ticino Vegetariano, la rassegna organizzata da Dany Stauffacher, Valeria Mosca ci spiegherà l’attuale ruolo del Cibo Selvaggio nell’alimentazione e nella ristorazione

 

LUGANO - Questo fine settimana, al Palazzo dei Congressi di Lugano, Dany Stauffacher e il suo team di San Pellegrino SaporiTicino organizzeranno il primo appuntamento della fiera Ticino Vegetariano, con incontri, rassegne, conferenze e degustazioni dedicate a frutta, ortaggi e altri alimenti di origine vegetale. Tra tutti gli incontri in programma, ce n'è uno che reputo molto particolare e interessante.

L'appuntamento a cui mi riferisco si terrà sabato 28 ottobre alle 15:00 con l'esperta Valeria Mosca, che tratterà di cibo selvaggio e foraging, ovvero della raccolta e dell'impiego a tavola di cibo cresciuto naturalmente.

Il foraging di Valeria Mosca, cuoca, insegnante, ricercatrice e direttrice di Wood*ing wild food lab, si basa sulla raccolta in natura di ingredienti adatti all'alimentazione umana, nati e cresciuti totalmente senza l'apporto o l'influenza dell'uomo, e preferibilmente in ambienti non contaminati.

Insomma, il foraging sta all'agricoltura come la caccia sta all'allevamento e dunque è un perfetto complemento per regimi alimentari come quello clean e paleo di cui abbiamo parlato la scorsa settimana, e che sono disponibili anche in deliziosi piatti delivery, attraverso il sito di Perfeat.

Il foraging non si limita alla raccolta di vegetali propriamente detti, ma anche a quella di molluschi marini, insetti adatti al nutrimento, funghi, alghe, licheni e lieviti.
Questa pratica consiste nell'esplorare habitat protetti in cerca di ingredienti che è possibile raccogliere, nel catalogarli, analizzarli e lavorarli, in una ricerca e sperimentazione continua.

Il Wood*ing è oggi infatti un centro studi e divulgazione, ma anche un'azienda “agricola” sostenibile e innovativa, che può fornire a ristoratori e privati una vasta gamma di prodotti raccolti secondo i principi del foraging nelle diverse stagioni dell'anno, conservati con metodi naturali e con possibilità di invio a tutti gli interessati.

Come vi accennavo, Valeria Mosca è anche una chef provetta, e spero proprio che a margine dell'incontro sia possibile degustare qualche risultato esemplare di questa pratica. Se, per forza di cose, il foraging (e gli alimenti che se ne traggono) non possono essere per tutti, è anche vero che conoscere e godere di questo metodo quando possibile potrebbe aprirci a nuove esperienze stuzzicanti e farci conoscere qualcosa di nuovo... che tra l'altro è il fine principale di questa rubrica.

Buon appetito e buon lavoro a tutti!

Questa rubrica è sponsorizzata dal Ciani Ristorante Lugano.

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-19 10:27:15 | 91.208.130.87