SEGNALACI mobile report
focus
MangiarSano
27.10.2017 - 10:000

Porri, una tradizione lunga 3000 anni

A metà tra l'aglio e la cipolla, il porro è il must dell'autunno. Il suo gusto è molto più delicato rispetto ai suoi omologhi, eppure quando si impara ad apprezzarne il sapore, sarà difficile affrontare la stagione autunnale senza una bella dose di porri in dispensa. Il porro è un amico fidato per i risotti e le zuppe, ma ormai il suo utilizzo è sempre più sdoganato e troviamo tante ricette (che prevedono anche torte salate e pizze) che non possono fare a meno del porro.

Ma oltre al suo sapore così particolare, il porro è anche importante per le sue proprietà benefiche: prima di tutto è quasi del tutto privo di calorie; inoltre ha proprietà diuretiche, combatte la ritenzione idrica e, come se non bastasse rinforza il sistema immunitario dal momento che è pieno di sostanze disinfettanti e battericide.

Il porro, inoltre, ha l'importante funzione di ripulire il nostro intestino, nonché le vie respiratorie e le arterie, dal momento che il porro riduce il colesterolo ed è di aiuto per chi soffre di anemia e stanchezza. Sfatata invece l'antica leggenda secondo cui il porro possa avere effetti afrodisiaci, anche se è da menzionare il fatto che era molto consumato già in antichità, dal momento che i celti ne erano esperti coltivatori già tremila anni fa.

(sponsor rubrica: www.mrsmile.ch, frutta & snack in ufficio)

Tags
porro
porri
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 12:34:15 | 91.208.130.87