SEGNALACI mobile report
focus
SAVOSA
17.11.2017 - 06:010

La scelta del corso fitness: parola agli esperti

Le lezioni di Pancafit® sono indicate per tutti, in particolare per coloro che a causa di tensioni muscolari e accumulo di stress soffrono dei più svariati disturbi

 

SAVOSA - Ecco una piccola ma utile guida per esperti e soprattutto non esperti del settore, per capire come meglio scegliere i corsi fitness in base all'obiettivo e al proprio stato di forma e salute.

PARTE 2

I Corsi Body & Mind: la Pancafit

Con il termine “postura” si indica l’atteggiamento abituale tenuto dall’individuo, assicurato da contrazioni dei diversi muscoli scheletrici a funzione preminentemente antigravitaria. La funzione posturale dei muscoli scheletrici è legata ad un loro stato di lieve e permanente tensione, detto tono muscolare. Oltre ai traumi di natura diretta, nelle alterazioni muscolari una delle principali cause è da ricercare nello stile di vita sedentario che il soggetto quotidianamente conduce. La scarsa attività motoria, associata ad un’abituale ed errata posizione del corpo (caso comune la scorretta posizione sulla sedia durante il lavoro) facilitano l’insorgere di tensioni muscolari che con il trascorrere del tempo determinano l’insorgere di diverse patologie sia di tipo muscolare che articolare.

In entrambi i casi occorre intervenire tempestivamente e scegliere il percorso di recupero più indicato. Tra i vari percorsi nel campo della ginnastica correttiva troviamo la Pancafit®, un attrezzo di moderna concezione che consente di effettuare sedute di allungamento muscolare (stretching) in modo completo e bilanciato. Tuttavia, questa semplice descrizione rischia di ridurre quello che è oggi il suo campo di utilizzo. Oltre all’allungamento muscolare globale de compensato, attivo e passivo, l’utilizzo della “Panca” consente di riallungare i muscoli retratti responsabili delle discopatie, di combattere le algie (i dolori) e le artrosi della colonna vertebrale, di sbloccare tutte le articolazioni e il diaframma, migliorando la respirazione.

Decisamente positivi anche gli effetti sulla circolazione venosa e linfatica. Inoltre, è possibile effettuare sedute specifiche per la bonificazione muscolare partendo da una postura corretta, in altri termini senza correre il rischio di inutili e pericolosi sovraccarichi.

Ma come funziona nello specifico? E a chi sono indicate le sedute di Pancafit®?

Con il Metodo Pancafit® è possibile effettuare sedute individuali (Personal Trainer) o di gruppo della durata di 30 - 45 minuti. La seduta prevede l’esecuzione di specifici esercizi di allungamento de compensato.

Quando si lavora su Pancafit® bisogna ricordarsi una regola importante: la causa del problema e del dolore non si trova nel punto in cui questo insorge. Con Pancafit® le zone di dolore non devono essere stimolate o direttamente coinvolte nel lavoro. Non si agisce sulla parte che sta soffrendo, ma su quelle zone insospette che sono le principali responsabili del problema o del dolore.
 
Le lezioni di Pancafit® sono indicate per tutti, in particolare per coloro che a causa di tensioni muscolari e accumulo di stress soffrono dei più svariati disturbi: cervicalgie, lombalgie, lomboscitalgie, tendiniti, borsiti, sinoviti, nevriti, periartriti, dolenzie alle spalle, artrosi alle anche, crampi, rigidità alle anche, artrosi alle anche, alla colonna, alle spalle, alle mani, protrusioni discali, ernie discali e quant’altro.

La “Panca” può diventare un ottimo supporto anche per i più giovani per correggere atteggiamenti viziati determinati da una scorretta postura e per gli atleti che si sottopongono ad impegnative e ripetute sedute di allenamento.

Come si sviluppa la seduta

Nello specifico durante una lezione di Pancafit® la persona viene fatta sdraiare sopra la “panca” con un’inclinazione di base che serve a far adattare la persona ad un’iniziale allungamento passivo della catena cinetica muscolare posteriore, cioè tutti quei muscoli che dai talloni salgono dietro il nostro corpo fino alla nostra nuca. Incrementando le inclinazioni si incrementa automaticamente l’allungamento.

Stando sdraiati si sfruttano le inclinazioni e l’allungamento per ottenere in maniera progressiva lo scarico del peso del corpo dalla colonna vertebrale in primis ma anche da tutto il resto delle articolazioni come ginocchia, caviglie, spalle, ecc. Contemporaneamente, attraverso il controllo respiratorio profondo, che prevede l’attivazione della muscolatura addominale, l’esecuzione di movimenti controllati ed il mantenimento di diverse posizioni di stretching per i diversi muscoli, si va ad agire direttamente sui “compensi”.

I “compensi” sono tutti quelli atteggiamenti posturali errati che il nostro corpo ha, sono tutte quelle posizioni che il nostro corpo assume in situazioni di riposo che ci possono provocare dolori muscolari, blocchi muscolo-articolari o semplicemente posture errate (ad esempio le classiche spalle chiuse in avanti); sono atteggiamenti errati che si possono sviluppare dopo traumi di diversa natura ed intensità o anche per abitudini di movimenti o posizioni che ci siamo creati negli anni che a noi sembrano comode ma che in realtà poi provocano fastidi, infiammazioni o semplicemente di fronte ad uno specchio ci fanno vedere storti, asimmetrici e con una “cattiva” postura.

Per concludere consigliamo a tutti, almeno una volta, di provare l’esperienza di una seduta di Pancafit® per dedicare qualche minuto a stessi e scaricare la tensione e lo stress accumulati durante il giorno. Una sorta di relax fisico e mentale dove riscoprire il piacere di sensazioni apparentemente dimenticate.

A cura di Brian Belloni, Laureato in Scienze Motorie, Massoterapista, Istruttore Fitness Centro A-CLUB, Savosa

Visita la pagina Facebook

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-21 09:24:51 | 91.208.130.86