SEGNALACI mobile report
focus
IL CONSIGLIO
23.10.2017 - 16:000

Quanto conta la socializzazione del cucciolo

Abituare Fido a frequentare persone, animali e ambienti sconosciuti è fondamentale per la sua crescita

 

Quando si prende un cucciolo in casa si è spesso all’oscuro di un fattore fondamentale per la sua crescita: l’abitudine a socializzare. Diversi studi hanno infatti dimostrato che i cani adulti più problematici sono proprio quelli che non hanno svolto un corretto percorso di socializzazione da cuccioli. Parliamo di animali che non sono abituati a stare soli o che si mostrano particolarmente aggressivi nei confronti di persone o altri cani che non conoscono.

Per evitare una crescita problematica di Fido è fondamentale intervenire sin dalla sua infanzia. Il periodo più importante è quello che va dai 3 ai 16 mesi di età, ma già dopo aver compiuto 3 settimane il cagnolino va indirizzato verso una vita sociale sana. In che modo? Esponendolo ad una grande varietà di persone, di animali e di ambienti. Fino a 12 settimane il cucciolo tende ad affrontare queste situazioni con entusiasmo e apertura mentale. È in questo periodo che nascono i legami non solo con la famiglia, ma anche con elementi che ne sono al di fuori: permettere a Fido di costruire un rapporto sano con altre persone o altri animali che non vivono con lui è importante per assicurargli una vita serena in futuro e per abituarlo a tenere una “mente aperta” nelle relazioni sociali.

Trascorso questo tempo, intervenire sul suo carattere sarà più difficile, fino a divenire davvero molto complicato dopo i 16 mesi. A quel punto, anche affidarsi ad un bravo addestratore potrebbe non bastare. 

 

 

 

Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-18 20:16:12 | 91.208.130.87