SEGNALACI mobile report
focus
Il proprio denaro sempre sotto controllo, fin dall’inizio.
Paid Post
28.07.2016 - 07:000

Quando arriva il primo salario

Per molti giovani che iniziano un apprendistato a fine agosto giunge il grande momento: il primo denaro guadagnato con il proprio lavoro arriva sul conto. Ma come gestire questa nuova responsabilità f

Una nuova fase della vita, anche dal punto di vista finanziario

Quest’estate circa 66’000 giovani inizieranno un tirocinio professionale. È questo il quadro fornito dal barometro dei posti di tirocinio pubblicato dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione a inizio giugno 2016. Con l’inizio dell’apprendistato, per i giovani inizia una nuova fase della vita,­ ­anche dal punto di vista finanziario.

 

Amministrare e utilizzare autonomamente il denaro
Chi ha in tasca il proprio posto di tirocinio come laboratorista, panettiere, mediamatico o un’altra professione ha di che rallegrarsi: a fine agosto arriverà il primo salario da apprendista. In base alla legge gli apprendisti hanno il diritto di gestire e utilizzare autonomamente il denaro guadagnato col proprio lavoro. Ma attenzione: anche i genitori hanno diritto a richiedere che le persone in formazione versino un contributo adeguato per il proprio mantenimento. Qual è dunque il modo migliore di gestire le nuove premesse finanziarie?

 

Allestire un budget
È consigliabile allestire un budget che definisca quali spese verranno pagate con il salario da apprendista e cosa continuerà a essere finanziato dai genitori. Attenzione: per blocchi di spese fisse come imposte o obiettivi di risparmio personali vale la pena allestire un ordine permanente. Chi effettua acquisti dovrebbe sempre preventivarne anche le spese accessorie, come ad esempio il costo degli abbonamenti per uno smartphone.

 

Aprire i conti giusti
Anche la scelta del giusto conto bancario fa parte degli inizi nel mondo del lavoro. Tra questi ce ne sono due degni di essere raccomandati. Uno è quello per l’accredito del salario e per lo svolgimento delle operazioni bancarie quotidiane, quali i prelievi di denaro contante, gli ordini permanenti o i versamenti. La maggior parte delle banche offre conti specifici per giovani in formazione, con gestione gratuita del conto e interessi privilegiati. Presso PostFinance, ad esempio, c’è il «Conto formazione». Come secondo conto è utile un conto di risparmio per accantonamenti e ogni contributo di risparmio, per quanto modesto possa essere.

 

Mantenere la visione d’insieme
Dal momento che in genere durante la formazione professionale i giovani hanno bisogno di ogni singolo franco, dovrebbero sapere quanto hanno speso e qual è la situazione del loro saldo del conto e degli obiettivi di risparmio definiti. Grazie all’e-banking e alle app corrispondenti, ciò è possibile anche via smartphone. In questo modo gli apprendisti hanno sempre la visione d’insieme sulle proprie finanze, che sia lungo il tragitto per andare al lavoro o poco prima di uscire la sera.

 

Guida I giovani e il denaro

 

Pianificatore del budget di PostFinance

 

Offerte per giovani

 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche
Tags
giovani
conto
formazione
salario
denaro
lavoro
risparmio
tirocinio
spese
primo salario
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-01-20 06:31:03 | 91.208.130.86